Il Mundi Festival accreditato tra i più importanti festival dell’estate pugliese

MUNDI FESTIVAL 2019

II EDIZIONE

31 Maggio, 1 e 2  Giugno 201- Sannicandro di Bari (BA)

Con una straordinaria partecipazione, si è chiusa la seconda edizione del MUNDI, Festival di Musica, Cinema, Fotografia e Innovazione, tenutosi presso il Castello di Sannicandro di Bari dal 31 maggio al 2 giugno 2019.

L’interesse destato dal MUNDI  nel panorama degli eventi di questo primo week end dell’estate pugliese, segnalato anche da Puglia Promozione attraverso il portale Puglia Events tra i migliori festival pugliesi, ha portato nel Castello di Sannicandro circa 3 mila visitatori provenienti dalle zone limitrofe ed anche da fuori regione che, con hanno preso parte al ricco programma di musica, incontri, workshop e proiezioni.

Il castello di Sannicandro ha spiegato le vele partendo alla volta di un meraviglioso viaggio di immersione nella cultura in ogni sua declinazione. Le sale  si sono letteralmente riempite di Arte grazie al lavoro di un gruppo di giovani creativi di Sannicandro con le idee chiare: trasformare il castello in un luogo in cui creare cultura e diffonderla, riportare la corte ad essere punto d’incontro tra popoli e discipline. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il determinante supporto dell’Associazione Meridians Onlus, coinvolta in numerosi progetti in Africa, in particolare in Uganda. Durnate tutto il festival è stata fatta un’intesa attività di sensibilizzazione rispetto ai progetti dell’Associazione Meridians, in particolar modo ri spetto al progetto di riattivazione di un Centro Dialisi nella città di Mbarara.

La solidarietà è stato dunque uno dei punti di forza di questi tre giorni di Mundi Festival.

La solidarietà dei pensieri e delle azioni, sintetizzata nell’incontro di apertura del Festival, ‘From Puglia with Love’, a cui hanno partecipato i principali esponenti di Meridians, il Dott. Vitangelo Dattoli, il Dott. Loreto Gesualdo e il Dott. Domenico Zonno ed il Sindaco di Sannicandro, l’Arch. Beppe Giannone, in un bell’incontro coordinato dal giornalista Dott. Franco Giuliano.

Inoltre, il 2 Giugno, in occasione della Festa della Repubblica, il MUNDI ha coordinato due importanti iniziative di Cittadinanza Attiva. Prima, la passeggiata ecologica, coordinata dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Sannicandro,  di ripulitura delle campagne locali organizzata in collaborazione con il gruppo Millenials di Acquaviva delle Fonti e l’attenzione rivolta al minor uso di plastica possibile durante tutto il festival. Dopo, la tavola rotonda ‘Ius Mundi’, incentrata sul binomio cittadinanza ed accoglienza, con il Professor Antonio Brusa, Afana Dieudonne, rappresentante degli studenti stranieri dell’Università di Bari, Valerio , della ONG Mediterranea conclusa con un Consiglio Comunale Strordinario in cui è stata conferita la cittadinanza onoraria a 90 minori stranieri residenti a Sannicandro di Bari. Ancora, il valore dell’accoglienza, dell’integrazione, della tradizione.

Vincenti tutte le serate musicali organizzate da una macchina inarrestabile di giovani e volontari che hanno lavorato fino a notte fonda per garantire il massimo del divertimento a tutti i partecipanti. Intanto, Threads Radio, una delle più importanti radio londinesi, trasmetteva tutta la musica del MUNDI in Europa.

Il Festival si è confermato punto d’incontro tra territori e culture, grazie alla partecipazione di numerosi artisti internazionali, selezionati dal Direttore Artistico, Federico Zonno, tra cui il trio Kel Assouf proveniente da Niger e Belgio, il franco-sudanese Muzungoo Education, i britannici Mina, Sibson e Morgan Edwards, la dj Fatima Ferrari, nata a Kabul e cittadina olandese, ed il fotografo ungherese Balázs Csizik. In questo dialoghi tra territori forte è stata anche la partecipazione di artisti italiani e pugliesi, tra cui il Jazzista Gianni Denitto, il cantautore siciliano Colapesce, che ha stregato il castello con il Live A/V ‘Isola di Fuoco’ ispirato ai docuementari di Vittorio Deseta,  il dj-producer Don Carlos, e i pugliesi Jolly Mare, Vodka the Duck, Origami, Michele Baldassarre e i Violent Scenes.

Raffinate sono state le sezioni dedicate alla fotografia, che hanno coinvolto un pubblico proveniente da tutta la Puglia. Le opere di Balàzs Csizik, Paolo Moretti e Nicolò Tauro raccolte in un’esposizione collettiva curata da Piero Percoco e Giuseppe Amapani denominata ‘L’ultima Spiaggia’, sono diventate strumento di denuncia dell’inquinamento pervasivo dei nostri mari. Inoltre, l’apertura del festival, con la costruzione ed inaugurazione in diretta di ‘Le chant de l’Exil’- una barca in legno e pvc realizzata dallo studio di progettazione Folklore Elettrico- ha attirato tantissimi curiosi colpiti dalle immagini di migrazioni proiettate sulla stessa barca e sulla superficie del Castello grazie alla tecnica del videomapping.

Per concludere, estremamente interessante la sezione cinema con film e dibattiti curata dal giovane regista Antonio Stea.

Questo giovane e fresco festival, è stato reso possibile grazie al grande apporto creativo ed operativo di un gruppo di giovani pugliesi per la maggior residenti a Sannicandro di Bari, che insieme ai tanti volontari hanno reso possibile il tutto.

Fondamentale è stato l’apporto della Regione Puglia, Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, che ha cofinanziato l’iniziativa insieme al Comune di Sannicandro di Bari, che ha collaborato operativamente attraverso il diretto coinvolgimento del Sindaco, Arch. Beppe Giannone e dell’Assessore alle Politiche Giovanili, Francesco Novielli. Indispensabile alla riuscita del festival,  è stato il contributo dei tanti sponsor privati, tra cui la Banca di Credito Cooperativo di Cassano e Tolve e la Fondazione Megamark.

Il Mundi Festival è solo alla seconda edizione e ha già regalato tutto questo, non resta che essere in trepidante attesa per la prossima!

 

Federico Zonno – Direttore Artistico Mundi Festival

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *