Il Mundi Festival chiude con successo la quarta edizione

Quattro giorni di musica, performance, installazioni, incontri, talk che hanno fatto vibrare di arte Sannicandro e il suo meraviglioso Castello Normanno Svevo. Contaminazioni tra vari approcci all’arte in un mix vincente che ha incontrato il favore del pubblico e fatto registrare una partecipazione numerosa e trasversale per tutti gli appuntamenti in calendario.
L’incontro tra nuovi linguaggi, innovazione e territorio è da sempre tra i punti chiave della manifestazione che vive anno per anno un’escalation d’interesse e curiosità.

Il tema di quest’anno, UTOPIA, ha raccontato in varie declinazioni il rapporto controverso e proteso all’equilibrio tra uomo, territorio e natura.
Il Mundi Festival si è aperto giovedì 2 settembre con insolite vibrazioni nel mercato cittadino: l’energia di Stefaniavos e Vashish in consolle e i colori delle bancarelle di frutta e verdura hanno incuriosito il pubblico e coinvolto con orgoglio la comunità locale.
Nel pomeriggio grande incontro degli Stati Generali in cui protagonisti sono state le associazioni e le istituzioni: dal dibattito è emerso il fondamentale lavoro delle realtà locali che operano nel sociale e tante proposte d’iniziative volte a promuovere la cooperazione e la solidarietà al sud.

Di rilievo e sostanza i concerti nella corte del castello da tutto esaurito, tra cui due serate a pagamento subito sold out, con le performance esclusive di Pier Alfeo, Guido Cagiva, Godblesscomputers, Jolly Mare, Kelman Duran, Turbo Sud, Dario aka bellezza, Alessandro Chiga e tanti altri.

Tra le estemporanee e gli eventi collaterali, l’esposizione “Natura Umana”, curata da Giuseppe Amapani, con l’obiettivo di interrogare il pubblico riguardo il rapporto tra Uomo e Natura, entrambi intesi come forze primordiali, generatrici e distruttrici, costantemente in lotta tra loro per affermare il proprio dominio o guadagnarsi il proprio spazio vitale.
Degna di nota, la magia del video mapping di Leandro Summo che ogni sera ha dato un volto nuovo alle pietre del Castello, emozionato e rapito gli occhi dei visitatori sempre molto numerosi. Un sogno open air di luci, colori e suoni di grande impatto scenico.
Un evento che porta sotto i riflettori tematiche importanti attraverso stimoli e contaminazioni, frutto di ricerche continue portate avanti da un giovane team di professionisti (Federico Zonno quale Direttore Artistico, Roberto Di Maggio come Responsabile Organizzativo e Giuseppe Amapani come curatore delle installazioni) e da una forte presenza femminile nello staff.

Negli anni, inoltre, si sta creando una community appassionata tra artisti, organizzatori e volontari che non fa altro che nutrire l’opera di rinnovamento sociale e offrire spunti sempre nuovi grazie a un fruttuoso scambio di conoscenze e punti di vista sul mondo.
Il dibattito tra le varie forme d’arte ha offerto spettacoli emozionanti, riflessioni accese e accattivanti, risposto a molte domande e rivelato nuovi e cruciali interrogativi sul sempre delicato equilibro tra uomo e natura.
Porte sempre aperte al dialogo e appuntamento al prossimo anno.

SOLIDARIETA’ E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE AL SUD – Interventi e spunti interessanti nel summit che ha aperto il “Mundi Festival”

Si è svolto giovedì 2 settembre, nella corte del Castello di Sannicandro, un importante appuntamento per discutere sui temi della solidarietà e della cooperazione internazionale.

L’ incontro è stato moderato da Vincenzo Curatola, presidente di ForumSaD per il sostegno a distanza, e ha visto la partecipazione di molti relatori collegati da remoto e di altri presenti in loco. Tanti gli interventi in programma, con esponenti delle istituzioni e delle associazioni italiane coinvolte in importanti progetti in Italia e all’estero.

Ad introdurre il dibattito, i saluti del sindaco di Sannicandro arch. Giuseppe Giannone che ha sottolineato la necessità di promuovere la cultura della cooperazione e di aiutare tutti i Sud del mondo. A rappresentare la nostra regione il dott. Giuseppe Rubino, dirigente della sezione cooperazione territoriale, che ha informato sulla centralità della Puglia come luogo di frontiera e accoglienza da sempre impegnata in programmi di sostegno. Presente anche Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Bari – Bitonto e Presidente della CommissioneEpiscopale della CEI per l’evangelizzazione dei popoli e la cooperazione delle chiese.

Silvia Stilli del Comitato Promotore Stati Generali SCI, in collegamento, ha posto l’accento sulle sfide umanitarie, tra cui quella attuale in Afghanistan. Don Franco Corbo, a rappresentare l’associazione GVS di Potenza, ha rimarcato le difficoltà relative ad interventi di promozione dell’autosviluppo dei popoli e parlato del progetto “Laboratorio della pace”. Poi ancora l’intervento di Faelden, esponente dell’associazione filippina a Cagliari, di Donata Monti del mov. Shalom e Simona Talamo dell’ass. Less di Napoli, Benedetta D’Alessandro e il progetto “Je repars de toi”. Vittoria De Luca e Giovanni Tricarico, dell’associazione Alleanze Cooperative Italiane, hanno parlato ai presenti di alcuni progetti di cooperazione multi-attoriale tra cui il “Ready Med Fish” riguardante la pesca.

Importante la presenza a distanza della viceministra Maeci, Marina Sereni, che si è detta aperta ad analizzare nuove proposte volte a sostenere gli enti locali del sud per arricchire collaborazione e partecipazione dei vari attori coinvolti e della società civile.

Toccante l’intervento in presenza di Elizabeth Paula Napeyok, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario dell’Uganda in Italia, che ha descritto la difficile situazione nel suo paese e l’importanza degli interventi umanitari come il “Puglia Village”, grazie a Padre Carmelo e all’associazione Meridians, che ha contribuito alla costruzione di un ospedale, una chiesa e una scuola in un territorio in cui mancava tutto.

Elly Schlein, della Conferenza Regioni e Province Autonome, si è espressa sulla fragilità dei confini, su quanto il benessere degli altri sia anche il nostro, sull’importanza di una vaccinazione collettiva. Gli Stati Generali della Cooperazione Internazionali sono quindi necessari in questo momento e c’è bisogno di una coerenza nella politica per lo sviluppo in linea con il trattato europeo, per ridurre divari e diseguaglianze. Schlein ha suggerito la creazione di una mappa regionale in cui tracciare le esigenze dei vari enti locali in tema di aiuti e solidarietà. Il referente Anci Sicilia, Antonio Rini, ha auspicato un incremento dei processi decisionali attraverso la partecipazione dal basso. 

Vitangelo Dattoli, direttore generale del Policlinico Riuniti di Foggia, ha raccontato l’esperienza sociosanitaria insieme al professor Loreto Gesualdo (Università di Bari) del Puglia Village in Uganda con interventi importanti in ambito nefrologico che hanno portato alla creazione di un presidio di dialisi pubblica.

Nino Santomartino (Associazione CPS – Napoli) ha ribadito la necessità di avviare un tavolo per il rilancio della cooperazione al sud mentre Rosa Franco (CSV Bari) ha rimarcato l’importanza della solidarietà e del volontariato.

A conclusione del dibattito Domenico Zonno, dell’Associazione Meridians di Bari, ha esaltato l’importanza delle diverse sinergie private, istituzionali e associative. Un esempio di best practice, quello della Regione Puglia con l’Uganda, che ha permesso l’adozione di un territorio a distanza, con lo scopo di uno sviluppo sociale del territorio e una valorizzazione delle opportunità economiche anche per le aziende pugliesi.

Un’occasione, quindi, per conoscere le realtà che operano nel sociale e nel sostegno di attività di solidarietà e per riflettere su quanto il bene comune non abbia confini reali. Il summit internazionale, meglio definito come Stati Generali della società civile meridionale, promosso dal  Comitato Promotore degli Stati Generali in collaborazione con l’Associazione Meridians Onlus e con il patrocinio del Consiglio Regionale della Puglia e del Comune di Sannicandro di Bari,  aveva l’obiettivo di porre una consultazione sui temi dello sviluppo sostenibile, di presentare le buone pratiche di cooperazione e partenariato, di rendere coerenti le azioni di solidarietà internazionale e di politica estera, in linea con i contenuti previsti nell’Agenda 2030.Scopo principale dell’evento è stato rilanciare la sfida culturale della cooperazione e della solidarietà internazionale al fine di restituire dignità a tutti gli attori che quotidianamente operano in questo settore e di riavvicinare i cittadini all’impegno che questa parte del paese continua a portare avanti testimoniando il senso di umanità e responsabilità di chi è in cerca di un futuro migliore. I risultati dell’incontro, insieme a quelli degli altri due al Centro e al Nord, contribuiranno alla realizzazione del documento conclusivo che sarà presentato prima all’evento nazionale degli Stati Generali e poi alla Conferenza Governativa Co Opera del 2022.

SOLIDARIETA’ E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE AL SUD

Il Summit che apre il Mundi Festival
Castello di Sannicandro di Bari – giovedì 2 settembre 2021

Programma completo stati generali solidarietà e della Cooperazione Sannicandro di Bari 2021

L’incontro internazionale “Solidarietà e Cooperazione Internazionale al Sud” aprirà la quarta edizione del “Mundi Festival” giovedì 2 settembre alle ore 16.30 nel Castello di Sannicandro e vedrà la partecipazione d’importanti enti ed associazioni meridionali impegnate nell’attivita di cooperazione e di sostegno solidale. Il summit internazionale, meglio definito come Stati Generali della società civile meridionale, promosso dal Comitato Promotore degli Stati Generali in collaborazione con l”Associazione Meridians Onlus e con il patrocionio del Consiglio Regionale della Puglia e del Comune di Sannicandro di Bari, ha l’obiettivo di porre una consultazione sui temi dello sviluppo sostenibile, di presentare le buone pratiche di cooperazione e partenariato, di rendere coerenti le azioni di solidarietà internazionale e di politica estera, in linea con i contenuti previsti nell’Agenda 2030.Il Comitato Promotore è formato da: ActionAid – Aitr – Alleanza Cooperative – Aoi – Caritas Italiana – Cini – CsvNet – Focsiv – ForumSaD – Forum Terzo Settore – La Gabbianella – Link 2007 – Uisp – Vim.

Scopo principale dell’evento è rilanciare la sfida culturale della cooperazione e della solidarietà internazionale al fine di restituire dignità a tutti gli attori che quotidianamente operano in questo settore e di riavvicinare i cittadini all’impegno che questa parte del paese continua a portare avanti testimoniando il senso di umanità e responsabilità di chi è in cerca di un futuro migliore.

I risultati dell’incontro che si terrà a Sannicandro di Bari, insieme a quelli degli altri due incontri al Centro e al Nord, contribuiranno alla realizzazione del documento conclusivo che sarà presentato prima all’evento nazionale degli Stati Generali e poi alla Conferenza Governativa Co Opera i primi del prossimo anno.
L’incontro vedrà la partecipazione di S.E. Sig.ra Elizabeth Paula Napeyok, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario dell’Uganda in Italia e la gradita presenza di S.E.R. Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Bari – Bitonto e Presidente della Commissione Episcopale della CEI per l’evangelizzazione dei popoli e la cooperazione delle chiese.

Programma:

16.45 Accoglienza e saluti del Sindaco di Sannicandro di Bari, Arch. Giuseppe Giannone.

17.00
Gli Stati Generali della Solidarietà e Cooperazione Internazionale

obiettivi e sintesi dei documenti tematici.

Silvia Stilli, Vincenzo Curatola – Comitato Promotore Stati Generali SCI
Interventi sulle tematiche:

Carmelo Caserta – Mo. C.I. – Reggio Calabria
Don Franco Corbo – Associazione GVS – Potenza
Donata Monti – Mov. Shalom – Napoli
Ruth Acla Faelden – Co.D.I.Sard – Cagliari

18.00
Buone pratiche di cooperazione multi-attoriale

Carmela D’Agostino – Associazione Cope – Catania
Domenico Zonno – Associazione Meridians – Bari
Felix Cloud Codjo Adandedjan – Co.D.I.Sard – Cagliari
Simona Talamo – Associazione Less – Napoli
Vittoria De Luca e Giovanni Tricarico – Alleanza Cooperative Italiane – Bari

18.45
Tavola Rotonda Il ruolo del Sud nella cooperazione allo sviluppo

confronto tra gli attori:

Antonio Decaro – Sindaco di Bari – Presidente Anci
Elly Schlein – Conferenza Regioni e Province Autonome
Marina Sereni – Viceministra Maeci
Michele Emiliano – Presidente Regione Puglia

Giuseppe Satriano – Arcivescovo Bari Bitonto – Presidente della Commissione Episcopale della CEI per l’evangelizzazione dei popoli e la cooperazione delle Chiese

Elizabeth Paula Napeyok – Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario dell’Uganda in Italia

Vitangelo Dattoli – Policlinico Riuniti di Foggia
Loreto Gesualdo – Università di Bari
Maria Luisa Piga – Università di Sassari
Nino Santomartino – Associazione CPS – Napoli
Rosa Franco – CSV Bari
Sergio Cipolla – Associazione Ciss – Palermo

20.00 Repliche dei relatori e conclusioni
20.30 Chiusura lavori.

21.00 Presentazione del Mundi Festival
Federico Zonno – Direttore Artistico Mundi Festival

21.15 Inaugurazione del Video Mapping sul Castello di Leandro Summo

21.30 Concerto gratuito in Piazza Castello della sassofonista Isabella Fabbri

Link all’evento Facebook: STATI GENERALI X MUNDI 2021 – Solidarietà e cooperazione internazionale al Sud | Facebook

ASSOCIAZIONE MERIDIANS ONLUS
Tel. 3355909832 – 3332436741
Email: meridiansonlus@gmail.com
Facebook: Associazione Meridians Onlus
Sito web: www.associazionemeridians.it

MUNDI FESTIVAL 2021

Musica, solidarietà e sviluppo nel Mediterraneo
2-5 settembre Castello di Sannicandro

Mundi Festival 2021 a Sannicandro di Bari

Nell’incantevole cornice del Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari ritorna il “Mundi Festival”, giunto alla quarta edizione. Una manifestazione che coniuga musica e solidarietà, si svolgerà quest’anno dal 2 al 5 settembre e dedicherà momenti importanti e di rilievo al rapporto tra uomo e ambiente, alle possibilità di innovazione, al rispetto e alle denunce sui crimini ambientali.
Conversazioni, mostre, concerti all’insegna della fratellanza e della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e dell’ambiente: temi cardine da sempre della manifestazione ma che verranno ribaditi con più forza e urgenza dati i repentini e pericolosi cambiamenti climatici, lo sfruttamento intensivo nelle colture e la carenza di beni di prima necessità in particolari zone che affacciano sul mediterraneo. Tutto verterà quest’anno sul concetto di #utopia, parola chiave che verrà analizzata e approfondita con dovizia durante i convegni e i seminari previsti in calendario. 
L’idea principale degli organizzatori, guidati dal giovane direttore artistico Federico Zonno, è quella di trasformare il castello in uno “Stato immaginario”, ideale e temporaneo, basato sui valori fondanti del festival; un luogo dove ripensare ad un rapporto più equilibrato tra uomo, territorio e natura. 
Quel sostegno umanitario e quella cooperazione internazionale promossa ad ogni edizione e rafforzata quest’anno da un evento di rilievo: “Solidarietà e Cooperazione Internazionale al Sud” che aprirà di fatto il Mundi Festival giovedì 2 settembre alle ore 16.30 nel Castello di Sannicandro e a cui parteciperanno importanti enti ed associazioni meridionali impegnate nel sostegno a distanza. Il summit internazionale, meglio definito come Stati Generali della società civile meridionale, ha l’obiettivo di porre una consultazione sui temi dello sviluppo sostenibile, di presentare le buone pratiche di cooperazione e partenariato, di rendere coerenti le azioni di solidarietà internazionale e di politica estera, in linea con i contenuti previsti nell’Agenda 2030.


Il primo appuntamento inaugurale del Mundi si svolgerà in una cornice insolita e significante: il mercato cittadino di Sannicandro, luogo da sempre deputato agli incontri e agli scambi che per l’occasione diventerà la consolle del dj resident Stefaniavos che farà vibrare i dischi tra le bancarelle di frutta e verdura. La giornata terminerà con un concerto gratuito in Piazza Castello della sassofonista Isabella Fabbri. Seguiranno poi tre giorni all’insegna delle arti, con eventi gratuiti e a pagamento all’interno del suggestivo Castello di Sannicandro con i suoi saloni di pregio.
–        Nella giornata del 3 settembre si svolgerà una conversazione sul tema della giustizia sociale dei lavoratori agricoli che coinvolgerà il celebre sindacalista Yvan Sagnet e l’attivista Diletta Bellotti.
–        Le serate del 3 e del 4 settembre saranno dedicate a due concerti a pagamento a capienza limitata nella corte del Castello.
-3.09 Godblesscomputers, beat maker, producer e dj, presenterà il Live A/V the Island 
-4.09 Jolly Mare realizzerà un set speciale per il Festival, ispirato al mondo naturale/ rapporto uomo natura.
Kelman Duran si è esibito in importanti festival internazionali e per la prima
volta presenterà la sua performance al sud.
Nella line-up musicale anche Stefaniavos, Pier Alfeo, Guido Cagive e Turbo Sud, giovani artisti pugliesi con sound innovativi, fatti di contaminazioni tra generi, tradizioni, culture.

Tra le estemporanee e gli eventi collaterali, l’esposizione “Natura Umana”, curata da Giuseppe Amapani, ha l’obiettivo di interrogare il pubblico riguardo il rapporto tra Uomo e Natura, entrambi intesi come forze primordiali, generatrici e distruttrici, costantemente in lotta tra loro per affermare il proprio dominio o guadagnarsi il proprio spazio vitale. La tematica è affrontata attraverso un viaggio nei media artistici digitali. Ci si muove, infatti, tra l’installazione fotografica di Anna Squicciarini e Gianvito Novielli (Sannicandro di Bari), la videoarte di Giulio Pettenò (Locarno) in dialogo con quella del duo francese Marco Pantani Team, composto da Benjamin Kiffel e Bénédicte Bach (Strasburgo) e il videomapping di Leandro Summo (Ruvo di Puglia). La ricerca artistica conduce poi il visitatore a confrontarsi con i segni evidenti della vita delle piante e la loro reazione emotiva agli stimoli esterni, tramite l’installazione interattiva digitale Simbiosi, realizzata ad hoc dal digital artist Leandro Summo.

Mundi Festival è organizzato dall’Associazione Meridians e da un gruppo di giovani sannicandresi in collaborazione con il Comune di Sannicandro di Bari; gode del sostegno dalla Regione Puglia nell’ambito del “Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo” e della Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia. 
I Main Sponsor dell’evento sono il Caseificio Montrone di Andria, il Molino Casillo, Mondelli Agrifarma e la Farmacia Novielli di Sannicandro di Bari.

È tra le pietre plurisecolari del Castello federiciano, ricche di storia e cultura, che si muovono e mescolano arti e linguaggi differenti. Un punto di partenza nel passato con l’occhio e la coscienza orientati al futuro, alla cooperazione reale e ad un’innovazione consapevole finalmente a misura d’uomo, in sintonia e in equilibrio con l’ambiente.

CONTATTI
Facebook https://www.facebook.com/mundifestival
Per info e biglietti mundifestival@gmail.com – 331 225 5046

Il Mundi Festival accreditato tra i più importanti festival dell’estate pugliese

MUNDI FESTIVAL 2019

II EDIZIONE

31 Maggio, 1 e 2  Giugno 201- Sannicandro di Bari (BA)

Con una straordinaria partecipazione, si è chiusa la seconda edizione del MUNDI, Festival di Musica, Cinema, Fotografia e Innovazione, tenutosi presso il Castello di Sannicandro di Bari dal 31 maggio al 2 giugno 2019.

L’interesse destato dal MUNDI  nel panorama degli eventi di questo primo week end dell’estate pugliese, segnalato anche da Puglia Promozione attraverso il portale Puglia Events tra i migliori festival pugliesi, ha portato nel Castello di Sannicandro circa 3 mila visitatori provenienti dalle zone limitrofe ed anche da fuori regione che, con hanno preso parte al ricco programma di musica, incontri, workshop e proiezioni.

Il castello di Sannicandro ha spiegato le vele partendo alla volta di un meraviglioso viaggio di immersione nella cultura in ogni sua declinazione. Le sale  si sono letteralmente riempite di Arte grazie al lavoro di un gruppo di giovani creativi di Sannicandro con le idee chiare: trasformare il castello in un luogo in cui creare cultura e diffonderla, riportare la corte ad essere punto d’incontro tra popoli e discipline. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il determinante supporto dell’Associazione Meridians Onlus, coinvolta in numerosi progetti in Africa, in particolare in Uganda. Durnate tutto il festival è stata fatta un’intesa attività di sensibilizzazione rispetto ai progetti dell’Associazione Meridians, in particolar modo ri spetto al progetto di riattivazione di un Centro Dialisi nella città di Mbarara.

La solidarietà è stato dunque uno dei punti di forza di questi tre giorni di Mundi Festival.

La solidarietà dei pensieri e delle azioni, sintetizzata nell’incontro di apertura del Festival, ‘From Puglia with Love’, a cui hanno partecipato i principali esponenti di Meridians, il Dott. Vitangelo Dattoli, il Dott. Loreto Gesualdo e il Dott. Domenico Zonno ed il Sindaco di Sannicandro, l’Arch. Beppe Giannone, in un bell’incontro coordinato dal giornalista Dott. Franco Giuliano.

Inoltre, il 2 Giugno, in occasione della Festa della Repubblica, il MUNDI ha coordinato due importanti iniziative di Cittadinanza Attiva. Prima, la passeggiata ecologica, coordinata dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Sannicandro,  di ripulitura delle campagne locali organizzata in collaborazione con il gruppo Millenials di Acquaviva delle Fonti e l’attenzione rivolta al minor uso di plastica possibile durante tutto il festival. Dopo, la tavola rotonda ‘Ius Mundi’, incentrata sul binomio cittadinanza ed accoglienza, con il Professor Antonio Brusa, Afana Dieudonne, rappresentante degli studenti stranieri dell’Università di Bari, Valerio , della ONG Mediterranea conclusa con un Consiglio Comunale Strordinario in cui è stata conferita la cittadinanza onoraria a 90 minori stranieri residenti a Sannicandro di Bari. Ancora, il valore dell’accoglienza, dell’integrazione, della tradizione.

Vincenti tutte le serate musicali organizzate da una macchina inarrestabile di giovani e volontari che hanno lavorato fino a notte fonda per garantire il massimo del divertimento a tutti i partecipanti. Intanto, Threads Radio, una delle più importanti radio londinesi, trasmetteva tutta la musica del MUNDI in Europa.

Il Festival si è confermato punto d’incontro tra territori e culture, grazie alla partecipazione di numerosi artisti internazionali, selezionati dal Direttore Artistico, Federico Zonno, tra cui il trio Kel Assouf proveniente da Niger e Belgio, il franco-sudanese Muzungoo Education, i britannici Mina, Sibson e Morgan Edwards, la dj Fatima Ferrari, nata a Kabul e cittadina olandese, ed il fotografo ungherese Balázs Csizik. In questo dialoghi tra territori forte è stata anche la partecipazione di artisti italiani e pugliesi, tra cui il Jazzista Gianni Denitto, il cantautore siciliano Colapesce, che ha stregato il castello con il Live A/V ‘Isola di Fuoco’ ispirato ai docuementari di Vittorio Deseta,  il dj-producer Don Carlos, e i pugliesi Jolly Mare, Vodka the Duck, Origami, Michele Baldassarre e i Violent Scenes.

Raffinate sono state le sezioni dedicate alla fotografia, che hanno coinvolto un pubblico proveniente da tutta la Puglia. Le opere di Balàzs Csizik, Paolo Moretti e Nicolò Tauro raccolte in un’esposizione collettiva curata da Piero Percoco e Giuseppe Amapani denominata ‘L’ultima Spiaggia’, sono diventate strumento di denuncia dell’inquinamento pervasivo dei nostri mari. Inoltre, l’apertura del festival, con la costruzione ed inaugurazione in diretta di ‘Le chant de l’Exil’- una barca in legno e pvc realizzata dallo studio di progettazione Folklore Elettrico- ha attirato tantissimi curiosi colpiti dalle immagini di migrazioni proiettate sulla stessa barca e sulla superficie del Castello grazie alla tecnica del videomapping.

Per concludere, estremamente interessante la sezione cinema con film e dibattiti curata dal giovane regista Antonio Stea.

Questo giovane e fresco festival, è stato reso possibile grazie al grande apporto creativo ed operativo di un gruppo di giovani pugliesi per la maggior residenti a Sannicandro di Bari, che insieme ai tanti volontari hanno reso possibile il tutto.

Fondamentale è stato l’apporto della Regione Puglia, Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, che ha cofinanziato l’iniziativa insieme al Comune di Sannicandro di Bari, che ha collaborato operativamente attraverso il diretto coinvolgimento del Sindaco, Arch. Beppe Giannone e dell’Assessore alle Politiche Giovanili, Francesco Novielli. Indispensabile alla riuscita del festival,  è stato il contributo dei tanti sponsor privati, tra cui la Banca di Credito Cooperativo di Cassano e Tolve e la Fondazione Megamark.

Il Mundi Festival è solo alla seconda edizione e ha già regalato tutto questo, non resta che essere in trepidante attesa per la prossima!

 

Federico Zonno – Direttore Artistico Mundi Festival

 

 

 

Il Mundi sulla Gazzetta del Mezzogiorno

Mundi festival

Parlano di noi su “La Gazzetta del Mezzogiorno

Sannicandro, arriva il Mundi Festival: l’arte al servizio di solidarietà ed ecologia

Sannicandro, arriva il Mundi Festival: l’arte al servizio di solidarietà ed ecologia

Ad aprire l’evento sarà l’inaugurazione dell’impianto artistico “Le Chant de l’Exil”: una barca in legno rivestita di teli da proiezione sarà circondata da un “mare” di coperte termiche

BARI – Da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno torna, a Sannicandro di Bari arriva il Mundi Festival: tra concerti, produzioni originali, dj set, incontri, mostre, cinema e mercato, l’evento, che si svolgerà nelle mura del Castello Federiciano Normanno-Svevo, propone un ricco programma che parte dalla sperimentazione musicale e incontra il cinema, la fotografia, la solidarietà, la cooperazione e il rispetto per l’ambiente.

RESOCONTO DELLE PRIMA EDIZIONE DEL MUNDI FESTIVAL

SI CHIUDE CON 1500 PRESENZE IN 3 GIORNI LA PRIMA EDIZIONE DEL MUNDI FESTIVAL, TRA CULTURA, INNOVAZIONE ED INTEGRAZIONE.

 

La 3 giorni del Mundi Festival è stata un successo: lo dicono i numeri dei partecipanti, la grande attenzione mediatica riservata all’evento, e la ricchezza e varietà del programma offerto. 1500 partecipanti, tra cui tanti giovani, amanti della musica elettronica e dell’impegno civile, hanno affollato la Corte e gli imponenti Saloni del Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari tra il 14 e il 16 settembre 2018. Leggi tutto “RESOCONTO DELLE PRIMA EDIZIONE DEL MUNDI FESTIVAL”

LA CULTURA ABBATTE I MURI: LA SFIDA DEL MUNDI FESTIVAL

Mundi Festival

Tre giorni di eventi per celebrare diversità culturale ed integrazione alla corte di Federico II

Il Mundi Festival nasce da un’idea semplice, nuova, eppure con radici antiche: trasformare per tre giorni – il 14-15-16 Settembre prossimi- il Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari in punto d’incontro tra discipline e culture, tra razze e territori, per immaginare un nuovo modello di integrazione per il Sud.

E’ stato il lascito culturale di Federico II, una volta sovrano di queste stanze, ad ispirare i giovani volontari di questo progetto; in un epoca segnata da grandi divisioni religiose, la sua corte era celebre per essere crocevia di culture. Otto secoli dopo, muri, visibili ed invisibili dividono le comunità, la paura di ciò che è diverso, straniero e sconosciuto diventa endemica, parlare di integrazione sembra utopistico. A questo, Mundi Festival risponde diffondendo idee, suoni, innovazioni e volti dal mondo, attraverso un programma ricco di proiezioni, workshop, musica, incontri e mostre.

Il programma è zeppo di eventi, dalla mattina alla tarda notte, pensato per interessare grandi e piccini. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. Durante le tre giornate del Festival sarà possibili visionare gratuitamente la mostra fotografica ‘Prism Interiors’, del fotografo Piero Percoco, noto su Instagram come @therainbowisunderestimated, e il primo allestimento di ‘Solo in Cartolina’, una campagna di denuncia ‘epistolare’ contro le morti in mare di cui La Stampa e Le Monde hanno già parlato. Il ‘Salone Normanno’ ospiterà un ciclo di 8 proiezioni a cura del programma europeo CINED, pensato per esplorare la diversità culturale che contraddistingue e arricchisce l’Europa. E poi 3 workshop per grandi e piccini, per imparare, creare, immaginare. Le serate di Venerdì e Sabata invece saranno dedicate alla musica, con dj e artisti provenienti da Francia, Regno Unito, Italia e Sudan; tra questi anche il celebre dj-producer Popolous. In accordo con gli obiettivi dell’evento, il ricavato di queste serate sarà devoluto al Progetto ‘Puglia Village in Rwentobo’ (Uganda) e al progetto CENTRO DIALISI, un programma di sostegno umanitario promosso dai Frati Minori in Uganda, frutto della cooperazione di diverse associazioni pugliesi, che ha già ricevuto il patrocinio del Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

programma del Mundi Festival

Grazie alla forte connotazione solidale, Mundi Festival è il primo evento in Italia a far parte dell’iniziativa globale #DanceLikeMandela, una serie di iniziative con scopo benefico organizzate per celebrare il centenario della nascita di Nelson Mandela, paladino dei diritti civili. Mundi Festival aderisce anche al Mandela Day, promosso dall’Ambasciata del Sudafrica in Italia e istituito dalle Nazioni Unite in occasione del centenario della nascita di Nelson Mandela con l’obiettivo di mantenere vivo il messaggio di Nelson Mandela per rafforzare l’impegno nella lotta al razzismo in un momento storico che purtroppo vede moltiplicarsi le situazioni di intolleranza e di discriminazione.

Il Festival è promosso da un gruppo di giovani pugliesi unitamente al Comune di Sannicandro di Bari, nella persona del Sindaco Arch. Beppe Giannone, ed all’Associazione Meridians Onlus, che dal 2017 è impegnata nel sostentamento di programmi umanitari verso le fasce svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, sociali ed economiche in Uganda ed Italia. Da allora, grazie alla collaborazione con la Scuola di Medicina dell’Università di Bari e degli Ospedali Riuniti di Foggia, Meridians Onlus ha avviato il finanziamento di un importante progetto: la costruzione di un Centro Dialisi in Uganda capace di salvare 2000 vite ogni anno.

Il progetto Centro Dialisi a Mbarara prevede l’ampliamento e la riattivazione di un Centro Dialisi e la realizzazione di un Laboratorio di Immunopatologia Renale presso l’Ospedale Universitario della città di Mbarara (Mbarara University of Science and Technology Uganda, detto anche MUST) e lo sviluppo di un programma di formazione professionale per medici, infermieri e tecnici tra Scuole di Medicina (Mbarara, Bari e Foggia).

L’evento è organizzato in collaborazione con i Frati Minori della Provincia di San Francesco in Africa, Madagascar & Mauritius coordinati dal pugliese Padre Carmelo Giannone, con ForumSad, Forum delle Associazioni di Sostegno a Distanza, una Rete nazionale di 185 organizzazioni impegnate in programmi di solidarietà e cooperazione internazionale e con l’Associazione Kirikù e la Strega Povertà.

Il Festival gode del patrocinio del Comune di Sannicandro di Bari e della Presidenza del Consiglio Regionale della Regione Puglia, nella persona del Presidente del Consiglio Regionale Mario Loizzo, e del supporto di numerosi soggetti privati e enti ed associazioni presenti nella provincia barese.

Il Programma di Mundi Festival persegue in piccolo l’obiettivo di azzerare le differenze tra “Primo, Secondo e Terzo” Mondo, e invece favorire incontro, innovazione e contaminazione tra arti, culture e linguaggi differenti. Crediamo infatti, che non ci possa essere Cultura, Arte e Incontro senza Umanità e Solidarietà, che non ci possa essere progresso e sviluppo senza azione ed impegno.